In ricordo di Francesco Berlucchi

17 luglio 2015

Francesco, il primo dei cinque Fratelli Berlucchi, è stato portato al cimitero di Borgonato, nella tomba di famiglia costruita da nostro Padre, in una calda giornata di luglio mentre le cicale frinivano tra i vigneti. Con lui è caduto il più antico dei rami della famiglia e noi quattro rimasti sappiamo che non sarà facile tenere alto il vessillo delle nostre tradizioni. Francesco era molto legato a queste tradizioni, fin da quando l’improvvisa morte di nostro Padre gli aveva caricato sulle spalle di diciannovenne la guida di una famiglia con quattro fratelli minori. Aiutò molto nostra Madre, donna eccezionale ma del tutto ignara della vita economica e gestionale, a far studiare e laureare i fratelli. Nel frattempo si laureò brillantemente in ingegneria al Politecnico di Milano e cominciò la sua carriera professionale che l’avrebbe portato, da ultimo, ad essere a capo della equipe che ha progettato e realizzato il grande impianto termorigeneratore di energie che rappresenta un vanto della città di Brescia. Appassionato di agricoltura, ha intuito fra i primi l’importanza della viticoltura in Franciacorta ed ha condotto a lungo, come Presidente, la nostra Azienda alla quale ha tracciato fin dall’inizio le linee guida della produzione e dello stile di comportamento.

Francesco se n’è andato con il suo grande bagaglio culturale e musicale: i tre figli Antonio, Ignazio e Alessandro sapranno seguirne le  orme.

Gli sarebbe piaciuto questo augurio latino: “ che la terra di Franciacorta ti sia lieve”.

                                                                         I quattro Fratelli Berlucchi

 

Francesco e il suo Franciacorta

Francesco e il suo Franciacorta

Francesco e la vela

Francesco e la vela

 

Francesco brinda col teatro di Strehler

Francesco brinda col teatro di Strehler

 

Condividi!
    under construction