Nasce la Consulta Nazionale del Vino Italiano

26 ottobre 2015

L’idea parte da Onav, in particolare dal Presidente Vito Intini e dalla Vicepresidente Pia Donata Berlucchi, che hanno saputo coinvolgere le più grandi associazioni nazionali del comparto vinicolo. Obiettivo: unire le forze per elaborare progetti concreti che promuovano il patrimonio vitivinicolo italiano coinvolgendo prima di tutto le giovani generazioni, anche attraverso la scuola.

La reazione degli educatori non ha tardato ad arrivare e a settembre ha preso vita nella provincia di Brescia il primo progetto pilota, apripista di una serie di iniziative che coinvolgeranno tutto il territorio nazionale, verso il quale già ben 50 istituti scolastici nella sola Lombardia hanno manifestato interesse. L’obiettivo è duplice: valorizzare la conoscenza della tradizione enologica nostrana e del suo significato nella nostra storia, ma anche promuovere il tema del consumo consapevole.

Il prossimo passo a livello organizzativo sarà la realizzazione di un marchio comune della Consulta, che sarà presentato a tutto il mondo vitivinicolo nazionale in occasione del prossimo Vinitaly. A livello politico invece la prossima sfida della Consulta sarà coinvolgere in questa grande opera di educazione e formazione ministeri e istituzioni potenzialmente interessati. Le associazioni costituenti della Consulta al 19 ottobre sono: AGIVI; AIS; ASPI; ASSOCIAZIONE NAZIONALE LE DONNE DEL VINO; CONAF; FISAR; FIVI; MOVIMENTO DEL TURISMO DEL VINO; SLOW FOOD ITALIA; SIVE; ONAV; VINARIUS.

Condividi!
    under construction